Vergogna Ipernity / Shame on you, Ipernity

Quando iniziai questo blog decisi di utilizzare Ipernity come servizio di hosting per le immagini: l'interfaccia era gradevole, il servizio gratuito e chiunque poteva scaricare le immagini nel formato che più gli piaceva. Nell'aprile del 2013 le condizioni di servizio sono cambiate all'improvviso e senza preavviso: nessuno può più scaricare immagini gratuitamente, neppure io. Il mio lavoro di anni è rimasto in possesso di Ipernity e le mie immagini sono ostaggio del loro sito: o pago o non posso né riprendermele né consentire ai visitatori di queste pagine di scaricarle. Sto, faticosamente, recuperando i file da fortunosi backup, facendo di nuovo le scansioni mancanti e sostituendo le immagini sui post; piano, piano tutto sarà sul mio Google Drive e di nuovo liberamente scaricabile.
Meditate, gente.



domenica 28 febbraio 2010

Chianciano Terme (1962)


Chianciano Terme (1962)

Dalla prima pagina della brochure:

L'ubicazione di Chianciano è felicissima: tra i colli ridenti dell'Appennino toscano, ad una altitudine di circa 550 metri sul livello dei mare, con vasti panorami che vanno dalla fertile Val di Chiana sino al grandioso massiccio dell'Arniata, alla distesa delle colline e dei monti dell'Umbria, alla piana dei Trasimeno, ai laghetti di Chiusi e di Montepulciano. Grazie alla posizione aperta ed elevata ed alla lussureggiante vegetazione delle campagne circostanti, Chianciano gode di un clima temperato anche nei mesi più caldi, durante i quali brezze costanti rendono particolarmente gradevole il soggiorno. Sia l'umidità che la piovosità hanno bassi indici.

Il centro termale è formato principalmente da ville, alberghi, pensioni e locande, per lo più modernissime e fornite di ogni tipo di confort, poste tra viali, giardini e parchi senza aggiomerazioni. Un grande-viale alberato congiunge le terme alla città: lungo di esso si susseguono eleganti negozi in grado di soddisfare ogni esigenza ed ogni richiesta di una clientela internazionale.

Boutiques, botteghe d'antiquariato, bar e ristoranti di lusso, ritrovi alla moda sono a disposizione degli ospiti che frequentano, in modo particolare, il grandioso Parco delle Fonti ove è sito lo stabilimento dell'Acqua Santa. Altri luoghi di ritrovo sono i circoli, i cinema, i teatri, le arene ove hanno luogo, durante la stagione, spettacoli di varietà, concerti, danze, manifestazioni culturali.

La parte vecchia della città di Chianciano, meravigliosamente situata su di un amenissimo colle, conserva intatte nelle case e nelle vie, suggestive caratteristiche dei secoli passati, ricchi d'arte e di storia.

Grazie alla sua posizione privilegiata, in una delle plaghe più pittoresche d'Italia e in vicinanza di località celeberrime per i tesori d'arte racchiusi, e grazie alle facili e comode comunicazioni, Chianciano offre agli ospiti la possibilità di attraenti gite ed escursioni a Montepulciano, Pienza, Chiusi, Siena, San Gimignano, Monteoliveto Maggiore, il Lago Trasimeno, Perugia, Assisi, Orvieto, La Verna, Cascia, Cortona, Croce Monte Amiata, Firenze, Roma.

Le Terme di Chianciano distano 14 km dalla Stazione delle FF.SS. di Chiusi - Chianciano Terme sulla linea Roma-Firenze. In coincidenza con tutti i treni, durante la stagione termale, rapidi autoservizi assicurano il collegamento fra le terme e la stazione ferroviaria. Funzionano anche servizi diretti di autopuliman con Firenze, Siena, Perugia ed altre città.

sabato 20 febbraio 2010

Asahi Pentax ME MX (1977)


Pentax ME-MX  (1977)

Ancora sulla famiglia di fotocamere Pentax-M.

Il testo dice:

Introducing the Asahi Pentax MX and ME. With SMC Pentax-M 50mm f/1.7 lens, the MX weighs just 685 grams, less than any other full-system 35mm SLR (except the even lighter Pentax ME). It's even a millimeter or so smaller. So easy to carry, so compact to handle, yet the MX and ME are strong as well as graceful. With Pentax Winder MX or ME attached, they're fast, too. You're set to shoot automatically. Singly or consecutively. And you won't lose a shot.
The MX has a full-information finder with LED exposure read-out. You create, compose and shoot - without moving the camera from your eyes.
The ME, the most advanced automatic exposure camera, employs an extraordinarily sensitive GPD sensor-assisted automatic shutter. Glowing LED read-out dots indicate shutter speed. And with a whole score of new lightweight Pentax-M lenses and accessories, including MX motor drive, you can expand your versatility without carrying unneeded weight.
The smallest, strongest, lightest system of all? Now, it's a Pentax.

Cioè:

Vi presentiamo le Asahi Pentax MX e ME. Con l'obiettivo Penta-M da 50 mm, f 1/7, la MX pesa solo 685 grammi, meno di qualsiasi altro sistema 35 mm SLR completo (eccettuauta l'ancor più leggera Pentax ME). Ed è persino un millimetro, più o meno, più piccola. Così facile da trasportare, così compatta da maneggiare, la MX e la ME sono tuttaviarobuste quanto graziose. E con il Pentax Winder attaccato sono anche veloci. Potete scattare automaticamente. Singolarmente o consecutivamente. E non perderete una posa.
La MX ha un mirino dotato ricco di informazioni con lettura dell'esposizione a LED. Create, componete e scattate - senza spostare la macchina dagli occhi.
La ME, la fotocamera ad esposizione automatica che ci sia, usa un otturatore automatico eccezionalmente sensibile, assistito da un sensore a GPD [foto diodo al gallio. NdT.] Deipunti luminosi a LED indicano la velocità dell'otturatore. E con un'intera linea di accessori e di obiettivi leggeri Pentax-M, incluso il motorino d'avvolgimento MX, potete aumentare la vostra versatilità senza portare in giro pesi superflui.
Il sistema più piccolo, più robusto e più leggero di tutti? Adesso è un Pentax.

lunedì 8 febbraio 2010

Banana minidisks (1987)


Banana minidisks (1987)

Per risparmiare qualche lira, c'era chi proponeva dischetti reversibili, che potevano cioè essere introdotti in un drive da 5 pollici e 1/4 in entrambi i sensi.

La pubblicità dice:

Qualcosa su cui non scivolerete: i mini dischi reversibili Banana.
I dischetti Bananas si adattano praticamente a tutti i computer con un drive da 5 pollici e 1/4, singola o doppia faccia, con 40 od 80 tracce. I dischetti a singola faccia hanno il doppio della capacità dato che i Bananas possono essere usati anche al rovescio. I Bananas hanno: anelli di protezione, due fori di indice, due tacche di protezione, linguette (di protezione) ed etichette. Tutto certificato con garanzia a vita.

Qui su Wikipedia la struttura di un floppy disk.

lunedì 1 febbraio 2010

Toshiba Dynapad T200 (1994)


Toshiba DynaPad T200  (1994)

Non ho mai avuto il piacere neppure di vederlo, mentre il Compaq Concerto di un paio di anni prima l'ho usato per qualche settimana.
Un grasso iPad-like da 2 kg, grande come un foglio A4; il cuore: un processore Intel 486 DX2 a 40 MHz, 4 MB di RAM standard e un hard disk da 80 Mb.
Qui la brochure originale Toshiba.

Il testo dice:

The Toshiba Dynapad T200 series replaces conventional pen and paper with computerised pen and paper.
Instead of leaving the office with loads of bits of paper to fill in and then converting it on your desktop later, you simply write the information straight into the Dynapad T200 and let the PC do all the transferring and downloading.
There have been Pen PCs before, but none as advanced as the Dynapad T200. As you'd expect from the world leader in portable computers, there's an attachable floppy disk drive and two PCMCIA slots (types II and III).
The Dynapad T200CS model has a full colour screen (256 Super VGA), MSDOS 6.2 and Windows for Pen Computing.
All these features are powered by the SL enhanced 486 DX2 chip and a lightweight lithium ion battery, which when combined with our power save modes, means that you get an impressive 3 hours, flat out, running time.
The Dynapad T200 series is every bit as powerful as the most advanced portable PC whilst remaining considerably smaller and lighter, at just over 4lbs. And that's nothing when you consider it has the capacity to write over 25,000 sheets of A4. Imagine trying to carry that lot around.
If you'd like more information on the Pen PCs that make paperwork a write off, please call us on 0734 845995.
The new Toshiba Dynapad T200 series, anything else just doesn't compute.

Cioè:

Il Toshiba Dynapad serie T200 sostituisce l'usuale carta e penna con carta e penna computerizzate.
Invece di lasciare l'ufficio con un carico di fogli di carta da riempire e poi convertirli alla vostra scrivania, scrivete direttamente le informazioni sul Dynapad T200 e lasciate che al PC il lavoro di trasferimento e scaricamento.
Ci sono già stati Pen PC prima di adesso, ma nessuno così avanzato come il Dynapad T200. Come c'è da aspettarsi dal leader mondiale nei computer portatili, c'è la possibilità di connettere un floppy drive e ci sono due slot PCMCIA (tipo II e III).
Il Dynapad modello T200CS ha un video a colori (256 Super VGA), MSDOS 6.2 e Windows for Pen Computing.
Tutte queste caratteristiche sono ottenute dal chip 486 DX2 SL enhanced e da una leggera batteria agli ioni di litio che, in combinazione con la modalità di risparmio energetico, vi fornisce l'impressionante durata di 3 ore per l'uso continuo del PC.
Il Dynapad serie T200 è in ogni aspetto potente come il più avanzato dei PC portatili, pur rimanendo notevolmente più piccolo e leggero, con i suoi due chilogrammi. E questo è niente, se pensate che ha la possibilità di scrivere più di 25.000 fogli in formato A4. Pensate un po' a portarli tutti quanti con voi.
Se volete maggiori informazioni sui Pen PC che rendono sorpassati i lavori su carta, chiamateci al 0734 845995.
La nuova serie di Dynapad T200 di Toshiba, tutto il resto semplicemente non conta.


_____________________________________


Disclaimer


Vintage ads are shown here in fair use context. Every image is © by its original company or artist. This site does not endorse any advertisement.